opensun

un classico copia-incolla dai primi numeri di MAC MAGAZINE che confermano la bontà del progetto open

Non serve spendere centinaia di euro per un pacchetto di programmi dedicati all’ufficio!
I pacchetto di applicazioni Office di Microsoft è indubbiamente quello più completo e collaudato per il classico lavoro da ufficio: scrivere testi, gestire tabelle e conti economici, realizzare presentazioni.
Peró è anche quello più costoso. Una valida alternativa è costituita da OpenOffice.
una suite completa fornita in licenza Open Source e quindi completamente gratuita. Permette la lettura di tutti i principali formati usati dalle applicazioni più diffuse e anche l’esportazione dei file in PDF. Contiene un elaboratore di testi, Writer, un foglio di calcolo, Calc, uno strumento per creare presentazioni, Impress, un componente per la grafica, Draw, e altri strumenti ancora.

“Se non esistesse OpenOffice.org, StarOffice sarebbe un acquisto obbliqatorio per tutti:”

OpenOffice.org (abbreviato in OOo) è distribuito in più di 70 lingue diverse ed è diventato ormai un pericoloso concorrente per Office di Microsoft, considerando che a ottobre del 2008 sono stati raggiunti i 3.580.000 download e molti utenti privati ed enti pubblici stanno passando a questa suite. La forza di OOo è rappresentata dalle estensioni, che  permettono di aggiungere nuove funzioni a quelle già presenti nei programmi. La versione più recente, la 3.0, è molto più potente delle precedenti e gestisce anche i file di MS Access 2007 e i documenti XML di MS Office 2007, oltre ad avere un sistema di lettura migliorato per le macro VBA. Quest’ultima versione, inoltre, è la prima “nativa” per Mac, funzionante senza appoggiarsi all’ambiente X11.

staroffice.jpgopenoffice.jpg

nelle immagini le pagine dei numeri 2 e 3 di mac magazine dove sono stati pubblicati gli articoli copiati in questo blog

Anni fa, StarOffice rappresentava l’alternativa economica a Office di Microsoft. In seguito il pacchetto venne acquisito da Sun Microsystems, che decise di utilizzarlo come base per creare una nuova raccolta di programmi completamente gratuita, OpenOffice.org, basata su licenza Open Source e sviluppata anche grazie alla partecipazione della comunità degli utenti. A sorpresa, Sun decise comunque di tenere anche StarOffice come versione a pagamento, per molti versi identica a quella gratuita ma con alcune funzioni supplementari e il supporto tecnico, il tutto a un prezzo decisamente contenuto, soprattutto se confrontato con il costo elevato del prodotto Microsoft. Ora, seguendo il lancio del nuovo OpenOffice. org 3.0, anche per StarOffice arriva una nuova versione, la 9. Si tratta della prima sviluppata nativamente per OS X.
Scelte economiche OpenOffice.org e StarOffice sono senza ombra di dubbio le scelte migliori per chi non può o non vuole spendere la cifra richiesta da Microsoft per il pacchetto Office. AI loro interno troviamo un elaboratore di testi, un foglio di calcolo e un software per creare presentazioni. Tutti e tre hanno molte delle funzioni presenti in Word, Excel e PowerPoint. Inoltre, rispetto a Office per Mac 2008, entrambe le raccolte di Sun includono
anche il supporto per le macro realizzate in Vîsual Basic, che invece Microsoft ha appena rimosso. Rispetto alla versione 8, il nuovo StarOffice vanta ben 1.500 nuove funzioni, in buona parte ereditate da OpenOlfice.org 3.0.
La novità per entrambi i pacchetti di Sun è l’interfaccia nativa per OS X. Non è ancora perfetta, ma comunque si tratta di un bel passo avanti rispetto a prima. II problema di fondo è che fanno comunque pesantemente affidamento sulla piattaforma 1ava, sempre sviluppata da Sun, che però in versione Apple non è ancora perfetta. Nella maggior parte dei casi tutto funziona perfettamente e le similitudini con i programmi Microsoft sono molto forti, ma ci sono situazioni in cui StarOffice diventa pesante e un po’ scomodo da usare.
Una grande novità di questa versione è la possibilità di leggere, modificare e salvare i file nel formato XML di Office 2007/8, compreso il tanto temuto.docx. Ci sono ancora problemi quando nei documenti sono state usate funzioni tipiche di Office e assenti nei programmi di Sun, per esempio la revisione e i commenti, ma il più delle volte tutto fila liscio. II nuovo formato nativo di StarOffice è OpenDocument Format versione 1.2, con l’opzione di condivisione dei documenti che permette a due persone di lavorare contemporaneamente sullo stesso file.
La questione vera è per quale motivo dovremmo pagare i 49 euro richiesti per StarOffice, quando OpenOffice. org svolge praticamente lo stesso lavoro ed è completamente gratuito.
Tra le differenze c’è il supporto tecnico, che però si traduce nella possibilità di chiamare gratis per tre volte l’assistenza. Con OpenOffice.org è necessario fare affidamento
solo sulla comunità di appassionati per avere aiuto, ma il più delle volte è sufficiente poiché si tratta di un gruppo vasto e attivo. Sun pubblicizza anche la presenza di un gran numero di funzioni aggiuntive: un sistema per l’importazione di PDF, uno strumento per pubblicare i blog, una console per le presentazioni, supporto per i sistemi di fax online e altro ancora. Inoltre c’è l’estensione Lightning che permette di integrare StarOffice con Thunderbird, aggiungendo a quest’ultimo le funzioni di agenda e calendario. Se cerchiamo, però, la troviamo anche per OpenOffice.org.
Acquisto superfluo Quello che realmente StarOffice ha da offrire in più sono alcuni filtri per i file, molti modelli e clip art e alcuni strumenti di correzione in più. Potrebbe sembrare poco rispetto alla miriade di funzioni presenti in questi pacchetti, ma 49 euro è un prezzo assolutamente corretto.
Allo stesso tempo, benché sia un’alternativa non solo più economica, ma per molti versi addirittura migliore rispetto a Office e anche ad iWork di Apple, resta il dubbio che OpenOffice sia più che sufficiente. Consigliato solo se sentiamo il bisogno delle funzioni in più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...