smontiamo wordpress – file index

Queste guida e le successive sul smontiamo wordpress sono rivolte a chi vuole capire il funzionamento del tema default di wordress, e come riuscire a personalizzarlo a piacere. Tali informazioni sono comunque da testare in locale sul proprio computer domestico, e prima di effettuare modificeh ai file si consiglia di creare delle funzionanti copie di backup dei file.

Sebbene molte delle opzioni di modifica del tema possano essere compiute da pannello di controllo, a differenza di qualche anno fa, può essere necessario, eseguire alcune modifiche direttamente sui file del tema.

Per capire come funziona wordpress, basta capire come funziona il tema di default, la cartella contenente il tema si trova all’interno della cartella del vostro server che contiene i file di wordpress in wp-content/themes/default

wordpress_cartella_server.png.jpg

la cartella www del server con la cartella wp e la visualizzazione in localhost

wordress_cartella_temadefault.png.jpg

cartella con i file del tema default di wordpress

all’interno della cartella default troviamo numerosi file .php una cartella images e alcuni altri file:

Apriamo il file index.php con un editor di testo.

index_tema.jpg

il file index.php e il suo risultato su localhost

Diciamo quindi che il file index.php del tema attivo è difatto il file index del nostro blog, le modifiche che apporteremo a questo file andranno a modificare l’home page del nostro blog.

Vediamo le azioni di questo file sulla nosta home page.

azioni_index_tema.jpg

i blocchi di codice dell’index.phpe la loro azioni sull’home page

Abbiamo suddiviso in vari blocchi il nostro codice con dei colori e vediamo che è formato da quattro gruppi principali:

– Gruppo 1 Header

Una piccola porzione di codice richiamo un altro file header.php, anchesso contenuto nella cartella di default il suo effetto va a inserire nel risultato finale, l’immagine di testa con l’intestazione e la breve descrizione, il file header contiene anche i collegamenti ai fogli di stile css, una sua rimozione comprometterebbe l’aspetto grafico del blog.

– Gruppo 2 Loop

E’ la porzione più cospicua di codice, e va a formare i contenuti veri e propri del blog.

Al suo interno vi è forse l’elemento più importante, e che ritroveremo sovente nei temi di wordpress, il Loop (al quale dedicheremo il prossimo articolo).

– Gruppo 3 Sidebar

Questo breve script, come per l’header, richiama un altro file del tema sidebar.php che va a generare la barra laterale contenente vari link di navigazione all’interno del sito.

Questo file negli ultimi periodi ha subito notevoli miglioramenti e i suoi contenuti sono facilmente personalizzabili tramite il pannello di gestione, anche se a volte è richiesto qualche intervento manuale.

– Gruppo 4 Footer

Richiama il file footer.php che contiene tutti gli elementi di chiusura della pagina.

Una prima modifica

proviamo a fare la nostra prima modifica, inseriamo due barre  // all’interno dell’index.php prima di the_content( , salviamo e visualizziamo il risultato

index_modifica_tema.jpg

l’effetto della prima modifica sul risultato

Come possiamo vedere dalla figura, all’aggiornamento della pagina web scompare il testo del nostro articolo che è dato proprio da quel pezzo di codice che analizzeremo nel prossimo articolo sul Loop

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...