Italia, sei creativa, risollevati

«A Copenaghen nel 2009 ci fu l’incontro di 122 capi di Stato per valutare il conto dell’entropia. Noi stiamo ora pagando il conto dell’entropia. Nel ventesimo secolo abbiamo buttato in atmosfera tantissima Co2, e quando il Sole riscalda il pianeta, il calore irradia verso l’alto e si hanno effetti disastrosi, effetti peggiori di quanto ci rendiamo conto personalmente. Il gruppo Onu sulle variazioni climatiche ha steso un rapporto, poi pubblicato a Parigi nel 2005. Anche io ero coinvolto nella questione: qual è il piano economico da adottare? La mia premessa fu questa: mi ero sbagliato con il mio primo libro del 1980 intitolato Entropia. Continuavo a sottostimare la velocità dei cambiamenti climatici».

«Nel 2007 i nostri scienziati parlavano di tre gradi di aumento della temperatura. Ma oggi sembrano pochi, e lo consideriamo un valore conservatore (…). La cosa spaventosa del cambiamento climitaico è che cambia anche il ciclo idrogeologico della Terra. Ecco perché ci spaventa così tanto. Per ogni grado di aumento della temperatura, l’atmosfera assorbe il 7 per cento di precipitazione dal suolo, risucchiato per via del caldo. (…) Già ora stiamo vedendo inverni più rigidi e più lunghi, più tornado, ed eventi climatici estremi: perché stanno cambiando i cicli idrici. E portano una destabilizzazione in tutto il mondo».

«Italia, sei creativa, risollevati». Parola di Rifkin | Linkiesta.it.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...